02/06/2020
02/05/2011

---------------------------------------- Tecnologia da sfogliare ----------------------------------------

 
a cura di Pasquale Martello
 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 

App Gallery
Le migliori applicazioni per iPhone e iPad

 

di Gian Guido Zurli
Euro 19,90
Edizio ni FAG Milano   

 

App Store è un vero e proprio mondo di applicazioni per arricchire di funzioni il vostro dispositivo. Si possono trovare applicazioni praticamente per ogni cosa.
L'App Store di iTunes ha introdotto una vera rivoluzione nella diffusione di applicazioni per iOS, il sistema operativo di iPhone e iPad.
Centinaia di migliaia di applicazioni disponibili via Internet, gratuite o a pagamento, ma sempre a prezzi più contenuti rispetto ai software tradizionali.
Un elenco interminabile di applicazioni, utility e giochi che aumenta vertiginosamente giorno dopo giorno, grazie al gran numero di sviluppatori indipendenti che si dedica alla loro creazione, per diletto o per lavoro.
Questo libro, tutto a colori, oltre a una introduzione dell'App Store, su Mac, PC e iOS, seleziona le migliori applicazioni del momento, dividendole per categoria e segnalandone pregi e difetti.
Una guida preziosa per trarne ispirazione e per districarsi in un mare di applicazioni non sempre chiaro e sempre più affollato.

Tra gli argomenti trattati:
Fotografia
Giochi e intrattenimento
Libri e riviste
Musica
Navigazione. Produttività
Utility & Reference
Social Network & VoIP
Applicazioni varie
 

Windows Azure
Programmare per il Cloud Computing

 

di Fabio Cozzolino
Euro 29,90
Edizio ni FAG Milano   

 

Una delle parole più pronunciate negli ultimi tempi in ambito informatico è stata "cloud", che letteralmente significa "nuvola". La nuvola ha da sempre rappresentato graficamente "Internet".
Possiamo definire con il termine Cloud Computing un insieme di risorse hardware e software che forniscono servizi su richiesta attraverso la rete Internet.

L’espansione e la creazione di nuovi settori di business, collegati alla crescente esigenza di avere sistemi sempre connessi e perciò altamente affidabili, comporta l’adeguamento delle soluzioni tecnologiche.
Il MainFraime prima, il Client-Server e le soluzioni con SmartClient poi, la Service-Oriented Architecture e i sistemi interoperabili costituiscono pezzi di un puzzle che nel tempo ha accompagnato le proposte per la soluzione alle diverse necessità.
In tutto questo, mentre il software si adeguava più o meno velocemente, l’hardware ha sempre costituito un nodo cruciale per supportare in tempi rapidi e con la massima efficienza le problematiche di connettività.
La virtualizzazione è stato solo il primo passo verso il raggiungimento di una nuova tipologia di servizi: il Platform as a Service (PaaS). Windows Azure con la sua piattaforma di Cloud Computing rappresenta attualmente la proposta Microsoft per il PaaS.
In questo libro vedremo come noi sviluppatori possiamo applicare le nostre conoscenze del .NET Framework e creare applicazioni efficienti e scalabili con i servizi offerti da Windows Azure.

Tra gli argomenti trattati:
- Architettura della piattaforma di Windows Azure. Le soluzioni Microsoft per il Cloud Computing
- Sviluppare sfruttando quanto offerto dai Windows Azure Storage Services: Blobs, Drives, Queues e Tables
- Sviluppo di applicazioni Web e di servizi per l’esecuzione di processi in background per il Cloud Computing di Windows Azure sfruttando Visual Studio 2010
- Windows Azure AppFabric come application server nel cloud per il relaying dei messaggi e la gestione della sicurezza attraverso il rilascio di token con l’Access Control Service
- SQL Azure, il database relazionale appositamente sviluppato per l’utilizzo sulla piattaforma Windows Azure
 

Steve Jobs
L'uomo che ha inventato il futuro

 

di Jay Elliot - William L. Simon
Euro 19,90
Casa editrice HOEPLI   

 

Alcune persone scelgono la loro strada nella vita, altre de la vedono imporre. E poi ci sono quelli che scoprono la loro vocazione quasi per caso, senza averla mai cercata.

Dalle riunioni con gli sviluppatori ai laboratori di design, dalle prove di forza con il consiglio di amministrazione al mondo fuori dalla Silicon Valley: questo è il VERO Steve Jobs, la storia autentica di un "ragazzo prodigio" che ha trasformato la tecnologia e il mondo in cui viviamo, il nostro modo di lavorare, divertirci e comunicare.
Questo non è soltanto il ritratto di uno Steve Jobs che non vedrete mai sul palco - narrato da una persona che lo conosce da oltre trent’anni e con interviste esclusive a molti protagonisti della storia della Apple Computer, amici e nemici -, ma è anche un’analisi approfondita del suo approccio al business e alla conduzione aziendale.
Dall’Apple II al MacIntosh, la drammatica caduta in disgrazia di Jobs e il suo ritorno al timone della Apple, fino alla Pixar, all’iPod, all’iPhone e all’iPad e molto altro: questo libro ripercorre con esempi concreti i trionfi e le battute d’arresto di Jobs, mostrando al lettore come applicare gli stessi principi alla propria vita e carriera.
Sul conto di Steve sono state scritte varie biografie più o meno approfondite; ma fino a oggi nessuna aveva svelato il mistero del suo stile di management, che ha generato ondate di innovazione capaci di rivoluzionare interi settori economici: un’impresa riuscita a ben pochi altri nella storia. È difficile immaginare di compiere azioni ormai quotidiane ­ ascoltare la musica mentre camminiamo per strada, telefonare, goderci un film animato che affascina gli adulti quanto i bambini, o usare un personal computer - senza il coefficiente di genialità che Steve Jobs ha introdotto in questi ambiti.
Scritto in collaborazione con William L. Simon, autore del bestseller iCon (oltre 300.000 copie), questo libro non è soltanto la più esaustiva biografia di Steve Jobs mai pubblicata, ma è il libro che tutti aspettavano, per capire il fenomeno Apple e "diventare come Steve".

Gli autori:
Jay Elliott ex vicepresidente esecutivo della Apple, è stato responsabile operativo generale e direttore della pianificazione aziendale, alle dirette dipendenze di Steve Jobs. Durante la sua permanenza alla Apple, il fatturato è cresciuto da 150 milioni a oltre tre miliardi di dollari. Prima di entrare in Apple, Jay è stato programmatore all'IBM, dove ha poi ricoperto incarichi dirigenziali, capitanando i 16.000 dipendenti del Santa Teresa Software Laboratory. È stato anche dirigente di alto livello alla Intel. I suoi articoli e interviste sono apparsi sul "Wall Street Journal", sul "New York Times", su "Time Magazine" e su "Fortune".

William L. Simon è autore di vari libri approdati alla classifica dei bestseller del "New York Times", tra cui iCon (Wiley 2005), attualmente la più venduta biografia di Steve Jobs, con oltre trecentomila copie in lingua inglese. Insieme all'"hacker più famigerato del mondo", Kevin Mitnick, ha scritto i bestseller The Art of Deception (L’arte dell’inganno, Feltrinelli, Milano 2006) e The Art of Intrusion (L’arte dell’intrusione, Feltrinelli, Milano 2006).
  Giornalismo e nuovi media
L'informazione al tempo del citizen journalism

 

di Sergio Maistrello
Euro 15,00
Casa editrice APOGEO

 

Indietro non si torna, stiamo cambiando, siamo già cambiati.

Dall'introduzione
Le persone non hanno più bisogno a tutti i costi di mediatori. La società in Rete sta imparando a comunicare, a informarsi, a condividere cultura, a commerciare, ad amministrarsi, a divertirsi, a progettare al di là di ogni forma di mediazione conosciuta in precedenza. Sebbene le prime manifestazioni di tutto ciò possano apparire rozze e imperfette, miglioreranno in fretta. [...] Se l’editoria fa il suo ingresso nel suo decennio più drammatico, il giornalismo potrebbe invece uscire da questo passaggio storico paradossalmente rafforzato. Restano sfide vitali, una per tutte la ricostruzione su nuove basi di un’economia che garantisca la professionalità. Ma in un mondo in cui molte più informazioni sono disponibili a un numero maggiore di persone cresce la necessità di una figura indipendente che possieda strumenti tecnici e culturali per fare sintesi, per gettare ponti tra le specializzazioni, per comporre scenari. Un professionista consapevole di non avere più né l’esclusiva né deleghe in bianco, che si accontenti spesso di arrivare in seconda battuta sui fatti a fronte di maggiore approfondimento e che sia in grado di lavorare insieme ai tanti nuovi soggetti che affollano lo spazio pubblico delle idee e delle opinioni, a cominciare dai suoi stessi concittadini. Non sarà come prima, ma non sarà necessariamente peggio di prima.

 

 



Una ottima e lucisissima pubblicazione per comprendere come stia evolvendo il giornalismo, stretto tra la crisi epocale dell’industria tradizionale e i nuovi spazi di espressione offerti dai network digitali.
Quali competenze deve avere un professionista dell’informazione per sopravvivere in un ambiente in cui non ha più il monopolio delle notizie? Quali sono le nuove grammatiche con cui è necessario prendere confidenza?
Il libro parte dalle nuove dinamiche sociali promosse dalla Rete e, passando attraverso un'approfondita divulgazione degli strumenti e delle pratiche emerse finora, esplora il loro impatto sul giornalismo. Dal viaggio tra i colossi editoriali alla ricerca di nuove modalità operative e tra gli avamposti più innovativi dell'informazione collaborativa emerge la consapevolezza che il giornalismo non solo non viene rinnegato in questo passaggio storico, ma - liberato dalle rigidità commerciali ed editoriali degli ultimi decenni - ha semmai l'opportunità di vivere una nuova fase di prosperità.
Da non sottovalutare le tantissime risorse utili in rete, una vera miniera di informazioni da portare sempre nel proprio bookmarks.