Notiziario CCISS del giorno 25/08/2019 ore 17:25

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni
Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto

In Primo Piano

Intervista al RadioCorriereTv

Isoradio per il RadioCorriere Tv

12-07-2019 11:43

Intervista al RadioCorriereTv

Come cambia Rai Isoradio nel corso dell'estate?

Isoradio non va mai in vacanza, il nostro palinsesto va in onda da gennaio a gennaio, sempre in diretta, e con l'estate intensifchiamo gli interventi sulla mobilità, i collegamenti con la polizia stradale, i vigili del fuoco, Anas, Autostrade per l'Italia.

Insieme alle informazioni sulla mobilità ci sono la musica, con 300 dischi al giorno, e l'intrattenimento. Anche nel corso dei mesi più caldi ci rivolgiamo con grande attenzione ai giovani, che sono gli automobilisti di domani, lo facciamo con l'educazione stradale, lo abbiamo fatto in passato con l'intervento di "Crash Art", nel quale alcuni ragazzi hanno dipinto due automobili incidentate, poste frontalmente nell'intento di fermare nella memoria l'istante dell'impatto.

Ci occupiamo anche degli animali domestici in viaggio con gli italiani, fornendo consigli per agevolarne il trasporto.

Parliamo dalla vostra mission…
È certamente la sicurezza stradale. Per 24 ore al giorno informiamo sul traffco, ma anche quando stiamo trasmettendo la musica o le altre rubriche se c'è una macchina in contromano, un incidente grave, noi interrompiamo.

Nel segno del servizio pubblico…

L'attenzione che la Rai sta dando alla pubblica utilità, alla sicurezza, è crescente. Puntiamo al rispetto delle regole e lo facciamo a 360 gradi. Questo signifca certamente sicurezza stradale, osservanza del Codice della strada, ma signifca anche etica, rispetto della Costituzione. Lo scorso anno, in occasione del settantesimo compleanno della Carta costituzionale, abbiamo fatto leggere tutti gli articoli ai nostri conduttori con il commento di Alfonso Celotto.

La stessa cosa l'abbiamo fatta con le fake news sulla salute. Abbiamo anche condotto una campagna sui seggiolini allarmati affnché i bambini non vengano dimenticati nelle auto.

Che rapporto avete con gli ascoltatori?

Molto fdelizzato, lo confermano anche gli studi effettuati dall'azienda.

Chi si sintonizza su Isoradio vuole ascoltare proprio noi. Non si tratta semplicemente degli automobilisti, sono tantissime anche le casalinghe che aspettano il marito o il fglio in viaggio e si collegano per sapere cosa sta accadendo sulla strada.

Una diretta ininterrotta, cosa cambia dal giorno alla notte?

Il giorno e la notte hanno programmazioni distinte, quando cala il sole il ritmo di conduzione è più tranquillo.

Nelle ore notturne abbiamo anche ospiti musicali con i quali parliamo a ruota libera di musica e non solo.

Di giorno come di notte Isoradio non manca di sperimentare…

Ci crediamo molto. Partendo da una pastorale della Chiesa abbiamo aperto un confronto tra religioni sul tema della sicurezza stradale. Nel corso della notte, il sabato all'1.15, stiamo invece trasmettendo "L'occhio e il suono", una lettura in parallelo di grandi opere d'arte e composizioni musicali, che si intrecciano in un'unica forma, un approccio all'arte in un modo al quale non siamo abituati.

Se con questa rubrica cosa riusciamo ad avvicinare all'arte anche solo tre autotrasportatori o automobilisti, allora abbiamo fatto servizio pubblico.

Quali sono i sistemi che vi consentono di monitorare il traffco lungo lo Stivale?

Usiamo tre sistemi: l'info mobilità di Autostrade per l'Italia (T.I.P. on-line), quello della Motorizzazione e del CCISS, quindi, in esclusiva, il W.T.A. piattaforma telematica del Ministero dei Trasporti, collegata alla scatola nera montata a oggi su 5 milioni di vetture, su un totale di 45 milioni del parco circolante. Il W.T.A. monitora la velocità dei veicoli, inviando le informazioni via satellite.

La maggiore consapevolezza del rischio ha portato gli automo - bilisti a scegliere la strada della sicurezza?

Chi è sulla strada oggi è sicuramente più prudente. Le regole ci sono, vanno rispettate, le sanzioni sono abbastanza severe. Si può fare ancora di più investendo sui ragazzi.

Rai.it

Siti Rai online: 847