24/11/2014

Riccardo III, lo scheletro del re sotto un parcheggio

Riccardo III, lo scheletro del re sotto un parcheggio

Andato in onda il: 12/09/2012
I ricercatori dell'Università di Leicester hanno annunciato che lo scheletro trovato a fine agosto sotto un parcheggio nella città dell'Inghilterra centrale potrebbe appartenere a Riccardo III, terzo e ultimo monarca del casato di York reso celebre anche dall'opera shakespeariana che porta il suo nome. Lo scheletro maschile presenta somiglianze con la descrizione storica del "sanguinario" re Riccardo, che regnò in Inghilterra per appena due anni (1483-1485). I resti, tutti ben conservati, sono sottoposti ora agli esami del Dna. "Ciò che abbiamo rinvenuto è veramente notevole", ha commentato Richard Taylor, direttore degli affari sociali dell'Università. "Questo scheletro ha certamente caratteristiche che richiedono un'ulteriore e dettagliata analisi", ha aggiunto nel corso di una conferenza stampa. L'equipe, che ha compiuto degli scavi nel parcheggio di Leicester per tre settimane, ha affermato che lo scheletro ha la punta di una lancia incastrata nel dorso e ha ricevuto numerosi colpi al teschio simili alle ferite che si riportano in battaglia. Oggi Riccardo III, morto nella battaglia del campo di Bosworth nel 1485, è noto come un monarca malvagio e crudele, secondo il ritratto shakespeariano, che lo descrive paralizzato a un braccio dalla nascita, claudicante e gobbo, probabili invenzioni create da Tommaso Moro nella sua opera storica che tanto influenzò Shakespeare. Lo scheletro ritrovato non ha la gobba, ma presenta la spina dorsale incurvata, secondo gli archeologi: "Ciò avrebbe fatto apparire la sua spalla destra molto più alta di quella sinistra", ha spiegato Taylor, sottolineando che la descrizione è coerente con il ritratto storico di Riccardo. Le ossa sono state trovate in quella che un tempo era l'area del coro di una cappella considerata il luogo in cui riposava il re, scoperta dagli archeologi sotto il parcheggio. Gli storici ritengono che le spoglie di re Riccardo siano state sepolte nel convento francescano dei Grey Friars a Leicester, ma la chiesa fu demolita nel 1530 e se ne perse l'esatta posizione. I campioni di Dna saranno ora comparati con quelli del 55enne costruttore di mobili residente a Londra Michael Ibsen, diretto discendente della sorella maggiore di Riccardo, Anna di York.

Altri video